Regolamento NoGi

Tatami Championship Official Rules

Regolamento: NoGi

Controllo del peso

Il controllo del peso si svolge soltanto il giorno della competizione vicino al luogo della gara. Gli atleti durante il controllo del peso devono indossare una rash guard o una maglietta e dei calzoncini da competizione No-Gi e possono controllare il proprio peso sulla bilancia tutte le volte che lo desiderano.
Non deve essere concessa nessuna tolleranza sul peso.
L’atleta che al controllo si trovasse in eccesso avrà tempo fino alla chiusura oraria prevista per il controllo peso, dopo di chè, se non dovesse rientrare nella categoria sarà squalificato.
Non potrà essere richiesta alcuna variazione in sede di gara.
Tutti gli atleti devono presentare un documento ufficiale che attesti la loro età e la loro identità personale. Qualsiasi atleta che tenta di gareggiare in una classe di età inferiore alla sua viene automaticamente squalificato dalla competizione.
Tutti gli atleti partecipano alle competizioni volontariamente e sotto la loro responsabilità.

Classi di età, categorie di peso e serie

Età: dai 18 anni compiuti in poi. Non è previsto un limite di età purchè in possesso di regolare certificato medico x la specialità agonistica prevista.
 Dai quattordici anni  ai 18 su accordo preventivo con i team e gli organizzatori.
 Obbligatorio il permesso dei genitori per i minori.
I minori possono competere nelle classi adulte.

CATEGORIE DI PESO
UOMINI: 61.500, -66,000 kg, -71,500 kg, -78,500 kg, 85 kg, -93,000, +93*.
DONNE: -52,000KG, -57,000kg*, -63,000KG, -70,000kg*, -80,000kg*, +80,000kg*
*categorie appena inserite

CLASSI
Viene introdotta la classe “Beguinners” da 0 a 3 lotte, ma in caso di iscritti insufficienti i lottatori verranno inseriti in classe C.

Premessa importante: per “incontri” si intendono tutti i tipi di lotta da tatami. Inclusi  Grappling, Submission Wrestling, Judo, Brazilian Jiu Jitsu, Sambo, Lotta Libera, Greco Romana e similari.

C: da quattro a 10 incontri, cinture bianche che non hanno superato i dieci incontri. L’undicesimo incontro si disputa in classe B a meno che la successione numerica non avvenga all’interno del torneo che si sta disputando. Tempo di gara 4’ con un overtime in caso di parità di 2’.

B: da 10 a 30 incontri. Cinture bianche con dieci o più incontri. Cinture blu con un numero di incontri inferiore a 30. Stesso discorso riguardo la successione numerica. Tempo di gara 5’ con un overtime di 2’30” in caso di parità.

A: dal trentunesimo  incontro in poi. Cinture Viola, Marroni e Nere. Tempo di gara 6’ con un overtime di 3’ in caso di parità.


SUPERSUB:  si accede x somma punti durante le fasi di qualificazione o per decisione del promoter e della commissione tecnica. 10’ no overtime. La vittoria viene assegnata solo per sottomissione. In caso di semifinale il tempo di gara è di 8’ e i primi 4’ si svolgeranno senza assegnazione di punti.

UNIFORME

Gli atleti devono presentarsi al bordo del tappeto indossando dei calzoncini e/o dei leggings CORTI O LUNGHI e una maglietta per competizioni di grappling maniche lunghe o corte, chiamata rash guard. I calzoni  non devono avere bottoni, zip o tasche che possono essere pericolosi durante la competizione. La maglietta deve essere aderente al corpo.  Unico accessorio ammesso è il paradenti. L’uso delle scarpe e/o della conchiglia è vietato.

E’ assolutamente vietato apporre sulla pelle qualsiasi tipo di unguento, più o meno assorbente. Si possono bloccare le dita delle mani, i polsi e le caviglie con cerotto medico (taping), ma non con scotch plastificati di altro genere. Gli atleti devono essere ben puliti e i loro capelli e la loro pelle non devono essere grassi o appiccicosi. Gli atleti non devono essere sudati quando si presentano al tappeto per l’inizio del combattimento. L’arbitro durante un incontro in qualsiasi momento può chiedere agli Atleti di asciugarsi dal sudore o di pulirsi. Se un atleta si presenta al tappeto con un aspetto non conforme alle presenti regole, dispone di 2 minuti per mettersi in regola. Se non lo fa, perde l’incontro per forfeit.

Servizio medico

L’organizzatore di una competizione è responsabile di fornire un servizio medico che ha il compito di fornire l’assistenza medica durante la competizione. Durante la competizione il medico deve essere pronto ad intervenire nel caso di incidente o di ferita e a decidere se un atleta è idoneo a continuare il combattimento. Il medico dispone della piena autorità per interrompere un incontro in qualsiasi momento, se ritiene che un atleta è in pericolo o non è idoneo a continuare il combattimento. In caso di ferita gli atleti non devono lasciare il tappeto e l’arbitro deve immediatamente interrompere l’incontro e chiedere al medico di esaminare sul tappeto l’atleta ferito.

USCITE
Se uno o entrambi gli atleti escono dal TATAMI in posizione eretta il, referee li farà ripartire al centro in piedi. Se uno o entrambi gli atleti escono dal tappeto in fase a terra con posizione chiara il referee li farà ripartire al centro nella stessa posizione.

La proiezione che inizia dentro il quadrato di gara e finisce fuori ha valore a tutti gli effetti.
La finalizzazione che inizia dentro il quadrato di gara continua anche all’esterno fino a un massimo di 5″, dopodiché il referee farà ripartire al centro e in piedi.

Nel caso di una posizione che da punteggio varrà la stessa regola, ma con ripresa dalla stessa posizione.


NO SLAMM

Punti tecnici attribuiti alle azioni e alle posizioni
Nella lotta a terra le posizioni dominanti sono quelle che fanno guadagnare punti e sono quattro: ginocchio sullo stomaco, la side mount, la full mount e la back mount. Le posizioni non dominanti sono quelle che non fanno guadagnare punti (es. guardia, mezza guardia, greca, ecc…). Per ottenere i punti la posizione dominante va mantenuta per almeno 3 secondi.
Per stimolare la ricerca della sottomissione, i punti per le posizioni dominanti seguono un sistema di progressione per il quale le posizioni dominanti devono essere migliorate per far guadagnare i punti. La progressione nelle posizioni dominanti che attribuisce i punti è la seguente: ginocchio sullo stomaco > side mount > full mount > back mount.
L’atleta dopo che ha guadagnato i punti per una posizione dominante non può guadagnare i punti per la stessa posizione dominante o per un’altra posizione dominante inferiore nel sistema di progressione, se prima non resetta il conteggio delle posizioni dominanti. Il conteggio delle posizioni dominanti si resetta quando l’atleta perde la posizione dominante e l’altro atleta si posiziona per almeno 3 secondi in qualsiasi tipo di guardia o in una posizione neutra di combattimento.

PUNTEGGI:
ribaltamento 2 punti. Il ribaltamento deve essere effettuato come tecnica d’attacco, non ha valore se effettuato da sotto la monta o la side o  comunque per recuperare una fase di dominio. Il ribalatamento non necessita di esecuzione da manuale per essere attribuito, ma deve essere stabilizzato per 3”.

Se successivamente ad un ribaltamento si assume una posizione di dominio e la si mantiene x 3” verranno attribuiti i punti. Nel caso in cui il ribaltamento parta da posizione di svantaggio (side, ginocchio sullo stomaco, mount, back mount) e porti ad una posizione di dominio non verranno attribuiti i punti dello stesso, m a verranno attribuiti quelli della posizione. Sempre se mantenuta per almeno tre secondi.


Proiezione: da 1 a 3 punti.

Stacco di un piede 1,  stacco e parziale riappoggio 2 punti, stacco completo e/o tecnica correttamente eseguita 3 punti.
Controllo laterale, side guard e nord/sud (in tutte e tre le varianti): 3 punti. Non valida se il braccio di chi sta sopra è in mezzo alle gambe dell’avversario.


Ginocchio sullo stomaco: 3 punti

Monta,  posteriore con ganci chiusi o triangolo: 4 punti  N.B la posizione di dominio deve essere cambiata dopo un massimo di 20” altrimenti il lottatore che la sta effettuando subirà un punto di penalità.

Monta anteriore: 4 punti


Tutte le posizioni devono essere tenute in modo  corretto x almeno 3 secondi.

La concatenazione di posizioni si somma in punteggio solo se le posizioni salgono come valore progressivo. Esempio: ginocchio sullo stomaco 3, side 3 (anche in ordine inverso) monta 4. Totale 10 punti. Se dalla monta si ritorna in side non vengono sommati i tre punti ai dodici. Se però vi é una interruzione dell’azione da parte dell’avversario e il combattente in dominio riprende un posizione i punti verranno sommati.


NB: la posizione ha valore se i tre quarti della schiena sono al suolo. Non basterà quindi una sola spalla sollevata ad annullare i punti di posizione.
Nelle proiezioni in auto caduta deve essere lineare l’esito positivo da parte di chi proietta, altrimenti nessun punto verrà assegnato per atterramenti.

IMPORTANTE

In caso di sottomissione: l’atleta sottomesso può segnalare con il normale tap di tre colpi decisi sul tatami o sull’avversario oppure gridando “Tap”. L’atleta che sottomette deve quindi lasciare immediatamente la presa. In caso contrario la terna arbitrale potrà riunirsi e decidere per l’eventuale squalifica. L’atleta che “batte” e poi nega la resa sarà squalificato dal torneo anche per l’edizione successiva.

NOTE PARTICOLARI
Per tutte le classi;
Vietate tutte le torsioni alle caviglie, interne ed esterne.
Vietate le torsioni e le compressioni cervicali come crocifisso.
Vietato proiettare direttamente sulla testa.
La proiezione ha valore a se purché conclusa in modo tecnico corretto. Non é necessario prendere posizione a terra per ottenere i punti della proiezione.

Vedere i punteggi per i dettagli.

Classe C

L’unica sottomissione ammessa alle gambe é quella dritta interna ed esterna.

Nessuna torsione sui piedi o sulle ginocchia o sulle caviglie é ammessa in classe C.
Vietata la ghigliottina dritta.

Classe B

Tenendo fede a quanto sopra: valgono tutte le finalizzazioni alle braccia e al collo, inclusa la ghigliottina dritta (con testa a metà addome).

Alle gambe é ammesso kimura sul piede.


Classe A

Tenendo fede al regolamento generale e al regolamento classe B:
é ammessa la ghigliottina dritta.

Alle gambe é ammesso leg lock e/o kneebar.
Non é ammessa la chiave al tallone.

NB: IN TUTTE LE CLASSI 
È AMMESSO INCROCIO DELLA GAMBA OLTRE LA LINEA DELL’OMBELICO PURCHÈ NON CI SIA BLOCCO DELLA CAVIGLIA E QUINDI TORSIONE DEL GINOCCHIO E PURCHE’ SI RISPETTINO I LIMITI DI SOTTOMISSIONE X CLASSE.

Supersub

In aggiunta agli altri regolamenti sono ammesse tutte le chiavi ai talloni.

PENALITA’ PER TUTTE LE CLASSI
Lo slamm è vietato e porta direttamente alla squalifica.
L’atleta che sta subendo una finalizzazione e si trascina all’esterno volontariamente darà un punto all’avversario di vantaggio. Vale la regola dei 5″ di proseguo. Alla seconda fuga sarà squalificato.
Portare l’avversario dentro la guardia darà un punto di vantaggio all’avversario nel momento in cui la schiena o il corpo tocca terra.
Il combattente che eviterà il combattimento con palese ostruzionismo verrà penalizzato di un punto x due volte, alla volta successiva sarà squalificato. 
L’atleta che si porta o  trascina volontariamente fuori dall’area di gara durante un azione effettiva di combattimento  verrà penalizzato di un punto e alla seconda volta sarà squalificato.
In caso di perdita di sangue o necessita’ di intervento medico sono consentite due interruzioni, alla terza interruzione per la medesima causa l’atleta infortunato verra’ squalificato
Il crampo può essere chiamato una sola volta e il tempo verrà interrotto x 1’. Alla seconda verrà tolti 2 punti e alla terza sarà squalificato.

SUPERSUB
RIFERIMENTO AL SUPERSUB 1 DEL 16-10-2016
NESSUNA TOLLERANZA DI PESO. All’atleta che si presentasse fuori dal limite di peso per il quale fosse stato convocato verrà lasciata un’ora per rientrare nel peso previsto. Dopodiché seguirà la penalità 1 se fuori di 500gr, la penalità 2 se fuori di 1kg, la penalità 3 se fuori di 1kg 500gr e la squalifica se oltre il 1,500 kg.
Penalità 1: 2 pp di vantaggio all’avversario fin dall’inizio e 100€ detratti in caso di vittoria.
Penalità 2: 4pp di vantaggio all’avversario fin dall’inizio e 150€ detratti in caso di vittoria.
Penalità 3: 6 pp di vantaggio all’avversario fin dall’inizio del match e 250 euro detratti in caso di vittoria.
La penalità punteggio sarà applicata in fase di qualificazione e nell’eventuale finale.

Regolamento
In linea generale lo stesso del Tatami Championship con le seguenti variabili: é ammessa la ghigliottina dritta, é ammessa l’apertura della guardia con trazione delle cervicali a terra, sono ammesse tutte le sottomissioni alle gambe, é ammessa la compressione sul polpaccio, MA NON SULLE BRACCIA, l’azione che inizia dentro l’area di combattimento continua all’esterno fino all’annullamento o al compimento della stessa, la prima metà del tempo di gara non prevede l’assegnazione dei punti (in semifinale), la proiezione può essere slammata purché mai direttamente sul collo o sulla testa dell’avversario , lo slamm é valido ma mai sul collo o la testa dell’avversario. 
In qualsiasi caso e in qualsiasi momento dell’incontro i lottatori dovranno fermarsi qualora il referee segnali con la parola STOP l’arresto dell’incontro stesso. In caso di sottomissione l’atleta che non si ferma allo stop verrà squalificato e ritenuto legalmente responsabile degli eventuali danni all’avversario 
In caso di squalifica al lottatore non spetterà alcun compenso.

Tempi di gara 
8′ nelle semifinali e 10′ nelle finali. Stessi per uomini e donne.

Abbigliamento
Rushguard a manica corta o lunga,.
Pantaloni corti o lunghi aderenti (compression) o corti tipo bermuda. Il maestro NON é ammesso a bordo pedana.

PUNTEGGI CLASSE A E ACCESSO AL SUPERSUB
PRIMO CLASSIFICATO 12 PUNTI
SECONDO CLASSIFICATO 8 PUNTI
TERZI CLASSIFICATI A PARIMERITO 4 PUNTI
IN CASO DI TERZO E QUARTO POSTO, 4 E 2 PUNTI.
1 PUNTO PER LA PARTECIPAZIONE
0,50 PUNTI PER OGNI ATLETA ISCRITTO AL TATAMI DELLO STESSO TEAM. DA TALE SOMMA VERRANNO DETRATTI GLI 0,50 DEL LOTTATORE CLASSIFICATO AL SUPERSUB

Ready To Fight?

Versa la quota di iscrizione ed iscriviti online adesso!

Sponsor

Ringraziamo i nostri Sponsor!
  • sponsor-2015-gelateria-popolare-2
  • sponsor-2015-ci-piace
  • sponsor-2015-al-bottegone
  • sponsor-2015-kawaplanet